Giocare.

Mii sveglio e faccio colazione con un micio minuscolo e rosso che fa purrr sulle mie ginocchia. Poi come se avesse visto qualcosa scende graffiandomi e gioca con cose invisibili che poi capisco essere le grafiche delle mattonelle. Baffi in controluce.

Pensavo alla questione del movimento. Al fatto che esista questo bisogno di agitarsi, di scalciare,di vincere le gravità del mondo, e si debba farlo, per essere felici. Pensavo a quando, nella piccolezza, ci si alzava da tavola durante le lunghe pause dei pranzi di famiglia e si andava a giocare fuori coi cugini. Pensavo alla noia dei pomeriggi chiusa in casa, sperando di andare del mio amico delle elementari che aveva un enorme giardino, che poi aveva un bosco di eucalipti da una parte, e un tavolo da ping pong con vicino una vasca di pesci rossi sbiaditi e un pò malati dall’altra. (Perdono colore, come i vasi antichi”)
Pensavo ai lunghi periodi in bicicletta immaginando di essere un agente segreto; con i libri letti durante gli appostamenti in attesa di chissà quale informazione, e i quaderni compilati da ingenue ma minute osservazioni. Pensavo che mi piaceva correre una volta, che non lo trovavo noioso nè strano. E pensavo che amavo saltare. E saltare. E saltare. Per dire a tutti che ero contenta. Per dirlo ad ogni rimbalzo.
Oggi non è più così, e mi chiedo cosa sia successo. Perchè non scappo più durante i pranzi, perchè non mi sembra più normale rincorrersi e poi atterrarsi, perchè non ho voglia di fare niente. C’era una volta in cui scattavo fotografie solo col cervello. Ed è come se avessi milioni di diapositive piene di senso, che mille tecnologie non possono restituire…quello che la realtà fa è rendere tutto paradossalmente più facilmente dimenticabile. Sento di aver barattato la mia fisicità con la conversazione, ma non so se ne ho guadagnato. Ed è per questo che dico, oggi, che forse sì
abbiamo smesso di giocare, e abbiamo iniziato a parlare.
Per quanto mi riguada, non ho fatto che allontanarmi dalle estremità azzurre del mio corpo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...