Cronache di un weekend

Incredibilmente vero. Il corto “Mamma mia” , film di diploma mio e della signorina Milena Tipaldo, ha vinto il primo premio ex-aequo nella categoria cortometraggi +18 del Giffoni Film Festival. Qui gli altri premiati –>  http://www.cineblog.it/post/285653/giffoni-film-festival-2013-i-film-vincitori

Yeee! A ritirarlo la sottoscritta, che si è goduta il weekend salernitano appieno. A dirla tutta avevo proprio bisogno di un poco di vacanza. Ma scendiamo nel dettaglio.
Image

Pur trattandosi degli ultimi 3 giorni di festival, ogni cosa era nel pieno della sua frenesia. Il caldo impossibile non ci ha sconfitti, sebbene io e Francesco -anche lui vincitore di un premio speciale, Giotto Super Be-bè con “Dove ti nascondi”, in concorso per la categoria +3- ci ostinassimo ad esplorare la città proprio negli orari più torridi (che andavano, approssimativamente,  dalle 11 del mattino alle 18 del pomeriggio).

Nonostante questo, il comune di Giffoni ci è sembrato grazioso ed estremamente ospitale, regalandoci qualche scorcio suggestivo e un discreto numero di birre negli intervalli delle proiezioni.
La proiezione del nostro corto c’è stata sabato 27, alle ore 19. Effettivamente ero molto agitata, la sala era piena e- diciamola tutta -speravo di non dover parlare a fine proiezione. E’ stata una grande emozione rivedere il film sul grande schermo. Per la prima volta, guardandolo, forse perchè ero piuttosto attenta alle reazioni del pubblico, non l’ho flagellato con la solita autocritica nè ne ho elencato mentalmente uno ad uno i difetti. Ne ho fatto piuttosto un’analisi, come dire, *funzionale, nel suo insieme. Fortunatamente la sensazione che ho avuto è che il pubblico abbia risposto, in modo reattivo, sorridendo e restando silenzioso nei momenti giusti…questa, diciamo, è stata la soddisfazione – ed il sollievo-  più grande.

Gli altri corti in gara  nella stessa categoria erano piuttosto belli, e ne voglio ricordare due: il primo, che avevo già visto al festival di Annecy di quest’anno, “THE WOUND” di Anna Budanova, che trattava il tema della solitudine di una bambina poi ragazza poi donna attraverso la sua materializzazione in un essere scuro, animale e brutto, in continua espansione. Bella l’animazione, e il concetto è un qualcosa che colpisce un punto che non so spiegare bene.  E l’altro corto da ricordare è “BUT MILK IS IMPORTANT”, infine risultato vincitore assieme a noi, in stop-motion, di Anna Mantzaris e Eirik Grønmo Bjørnsen, con una storia semplice e ben raccontata, estremamente comico, che affronta le difficoltà di comunicazione in un modo spassoso, leggero. 

La premiazione è stata intensa e calorosa, tuttavia la sua ufficialità mi ha mandato un pò in panne come in tutte le occasioni in cui devo metterci la faccia. D’altra parte è anche per questo che mi piace il cinema, rende estremamente facile l’omissione di sè. Dunque se gireranno foto o video di me che sono sul palco e faccio un gesto rock con la mano sappiate che è per via del mio disagio esistenziale.

Abbiamo avuto anche la fortuna di incontrare personaggi nuovi, interessanti, che ci hanno offerto sorrisi, e risvegliato la voglia di farefarefare.

Insomma, è stato bello.

p.s. Colgo l’occasione per pubblicare nuovamente il link al trailer del corto: https://vimeo.com/59052128

p.s.II Grazie mamma. Fossi un pò tanto meno timida e molto più *lucida e coraggiosa t’avrei ringraziato là, e ti ringrazierei sempre.

Annunci

Partenze!

images (1)

Questa foto è stata scattata a Salerno, quasi 8 anni fa, in una grande piazza obliqua che odorava di pizza ed estate. Sarà incredibile tornarci di nuovo.
La ricordo bellissima. Blù.

Premio SIGNOR ROSSI!

logo

SELEZIONE per il CARTOON CLUB di Rimini per “MAMMA MIA” !
Il nostro film sarà in concorso per il PREMIO SIGNOR ROSSI, il premio -citando il sito- dedicato ai film d’animazione prodotti dagli studenti delle scuole e accademie di cinema d’animazione, oppure da corsi professionali di specializzazione in animazione. In concorso anche i film dei nostri amici e colleghi NIGHTMARE FACTORY, RITORNELLO D’AMORE e DOVE TI NASCONDI.
Qui il programma: http://www.cartoonclub.it/index.php?option=com_content&view=article&id=102%3Apremio-signor-rossi&catid=25&Itemid=169&lang=it

Lune negli occhi

Mi succede talvolta di rivedere i ricordi e le situazioni passate che frullano come ruote di bicicletta attorno al punto quasi fermo che io sono. Succede di rileggere, con oggettività, i tempi e le situazioni. I mesi scorrono ripercorsi col giudizio ordinato di pagine di taccuino. E si inciampa in qualche nodo, dove le sensazioni e situazioni irrisolte si avviluppano. C’è qualcosa, oltre la tristezza, che spinge a guardare il passato. Somiglia al rimpianto, la sottile agonia stretta al tempo che scorre.
C’è una persona in particolare, seduta su uno di quei nodi giganti, che mi osserva, e la sento in ogni mia preoccupazione ed incertezza. Mi regala quello sguardo calmo e devoto che le appartiene e che sento mancare, come un contrappeso, alla mia vita attuale. Ripensavo, l’altro giorno, ai miei errori e alle mie esperienze in tutte le loro sfumature, come a cercare di capire dove potevo cercare di migliorare la mia felicità, modificando quella attuale. Ed eccolo, quel pensiero centrale, attorno a cui tutte le altre corde arrivano e fanno il giro di boa, un pensiero semplice e doloroso. Se io amassi ancora questa persona e avessi deciso, dieci anni fa, di crederci e in qualche modo fermarmi, cosa sarebbe accaduto?

Con gli occhi ho scavato nel centro nel fondo di me

Ed ho pensato a molte cose semplici, quasi pratiche. Che non me ne sarei andata dalla mia città, non avrei creduto di poter disegnare per mestiere, non mi sarei trasferita qui ora e oggi, non avrei conosciuto quella persona con cui parlare e quell’altra, da guardare negli occhi. Non avrei visto questi splendidi tramonti e sognato tanti momenti importanti per me in questo momento. Avrei vissuto tanto altro, questo sì. Magari altrettanto bello, però forse avere un rimpianto simile è come abortire un presente che si ama e conosce. Non sono una sciocca, ma talvolta mi sento ricca e lo penso davvero, che va bene così.

sott'acqua

MAMMA MIA al GIFFONI!

E’ con grande piacere che io e la signorina Milena Tipaldo informiamo della nostra partecipazione al GIFFONI FILM FESTIVAL.

Giffoni-2013

 

“MAMMA MIA” verrà proiettato il 27 luglio nella categoria +18!!!
Qui il programma della giornata:  http://www.giffonifilmfestival.it/programma-giffoni-film-festival-2013/27-luglio.html

In concorso c’è anche “Dove ti nascondi” , altro film del CSC in uscita quest’anno (http://dovetinascondi.tumblr.com/ ) in concorso nella  sezione “Elements +3″, ovvero programma con giuria di bambini dai 3 ai 5 anni.
E’ molto tempo che non vedo Salerno e tra l’altro riuscirò riuscirò ad essere presente alla proiezione:)