Gesù meno tre.

C’era invece un gran sole davanti palazzo Pitti, ieri pomeriggio.

Le persone sole, i bambini con le mamme, le scolaresche, erano sedute oppure correvano, si facevano foto, pensavano, disegnavano a pancia in giù, nel modo in cui conviene quando c’è bel tempo, lungo tutta la vasta piazza inclinata, nonostante il vento battente e scompigliacapelli.

La sensazione era bella, di libertà. La luce era abbagliante e le folate di vento rovesciavano le pagine del taccuino. La sciarpa,il mio fermacapelli. I pastelli ruzzolavano giù. Fortuna che non disegnavo ad inchiostro.
In più, era il mio compleanno. Era la festa mia.

01 02 03 04 06

 

(peccato per le scansioni, bruciatine)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...